Sensori con IO-Link: più funzioni, maggiori prestazioni

Gran parte dei sensori Baumer molti sono stati dotati di IO-Link, una rapida interfaccia di comunicazione che permette il trasferimento non solo degli effettivi valori misurati, ma anche di tutta una serie di ulteriori informazioni in entrambe le direzioni. Il motto di Baumer? “Beyond the Standard”.

 

Contare, misurare, rilevare – Il compito assegnato ai sensori Baumer in macchinari e impianti è ben definito. Ma questi potenti sensori possono fare molto di più, ed è per questo che molti di loro sono stati dotati di IO-Link, una rapida interfaccia di comunicazione che permette il trasferimento non solo degli effettivi valori misurati, ma anche di tutta una serie di ulteriori informazioni in entrambe le direzioni.

I sensori con IO-Link comunicano con un master collegato con fino a otto sensori, rendendo così possibile lo scambio dei dati dei parametri, per esempio, per poter distribuire automaticamente quelli memorizzati sul master su sensori diversi. Un sensore si lascia così impostare su una determinata applicazione con una maggiore precisione, che è soprattutto necessaria quando una macchina lavora oggetti differenti. Un altro vantaggio: il sensore può essere utilizzato anche per svolgere un’altra funzione, come per esempio impiegare un sensore induttivo come frequenzimetro o contatore. IO-Link è così un modulo importante per la digitalizzazione e un must per l’industria 4.0.

Nonostante tutti questi vantaggi, per alcuni utilizzatori non è ancora ben chiaro quali profitti possono trarre da IO-Link. Servendosi dei «canali nervosi» di IO-Link il sensore può, per esempio, segnalare il livello di qualità del segnale e se è stata superata una determinata temperatura. Questi dati diagnostici sono interessanti per la manutenzione predittiva nelle aziende. Altrettanto utile è la trasmissione contemporanea di vari dati di processo: i sensori ottici con IO-Link della serie O300 di Baumer forniscono sia un segnale di commutazione sia anche i valori misurati della distanza. E se si rende necessaria la sostituzione di un sensore, i dati identificativi forniscono le informazioni sul tipo, il numero di serie e l’applicazione del sensore.

Anche la concorrenza sta offrendo nel frattempo sensori con IO-Link. Tuttavia questa efficiente interfaccia è utile solo parzialmente, se i sensori non sono all’altezza di sfruttarne fino in fondo le potenti funzioni. Tutta un’altra cosa alla Baumer. Questo leader tecnologico nel campo dei sensori offre agli utilizzatori un’interazione completa con i suoi sensori e quindi un vero e proprio plusvalore durante le operazioni di routine. Baumer supera così l’offerta del mercato, sempre fedele alla sua massima: "Beyond the Standard".

www.baumer.com

Letto 69 volte

Dal 1973 ICP - Rivista dell’Industria Chimica è il mensile di riferimento dell’industria chimica e farmaceutica e dell’ingegneria di processo in Italia.

Contatti

Duessegi Editore Srl
Via Eraclito, 10 - 20128 Milano
Tel. 02 89366322
Fax 02 89366330
info@duessegi.com

Top
I cookie ci aiutano a rendere i nostri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Navigando questo sito accetti il loro utilizzo secondo la policy vigente.