SPS IPC Drives Italia: un progetto che cresce

L’appuntamento di Parma dal 28 al 30 maggio 2019 si arricchisce di nuovi contenuti e progetti, con soluzioni innovative al servizio della digitalizzazione della fabbrica. Quattro le tappe di avvicinamento con tavole rotonde mirate per i diversi settori finali.

La nona edizione di SPS IPC Drives Italia, fiera per l’industria digitale, intelligente e flessibile è stata presentata a Milano il 14 dicembre scorso. L’appuntamento annuale, a Parma dal 28 al 30 maggio 2019, riconosciuto come punto di riferimento per il comparto manifatturiero italiano, si arricchisce di nuovi contenuti e progetti e presenta nei sei padiglioni espositivi tecnologie per l’automazione e soluzioni innovative al servizio della digitalizzazione della fabbrica.

Donald Wich, Amministratore Delegato di Messe Frankfurt Italia: “Da nove edizioni seguiamo le evoluzioni straordinarie di SPS Italia, un progetto che cresce cogliendo i risvolti di una rivoluzione tecnologica e sociale. La manifestazione negli anni ha triplicato i propri risultati favorendo la contaminazione di competenze ed esperienze di innovazione. In questa direzione l’appuntamento nel 2019 si concentrerà su tematiche chiave per l’industria grazie a collaborazioni altamente qualificate con i nostri partner”.

 

Talenti e protagonisti dell’industria del futuro

Il format della conferenza stampa non lascia spazio a dubbi su quello che sarà uno dei temi portanti dell’edizione 2019 di SPS Italia. Una mattinata articolata in due sessioni rivolta non solo ai giornalisti e alle aziende, ma a un parterre di studenti e docenti, protagonisti dell’industria del futuro.

Lo sviluppo di nuove competenze e la ricerca di profili altamente qualificati, necessari per guidare macchine e tecnologie complesse, accompagna gli investimenti negli impianti. In questo contesto la formazione è l’elemento chiave e SPS Italia, grazie al coinvolgimento di Fondazione Cariplo, ne fa uno dei focus offrendo un’opportunità di incontro tra imprese e istituti tecnici.

Un tema, quello della formazione, che si concretizzerà in fiera all’interno del percorso District_4.0, dedicato alla trasformazione e evoluzione di quattro aree fondamentali del settore industriale con casi applicativi di automazione avanzata, robotica e meccatronica, digitale e academy.

Per ognuna di queste aree industriali è previsto il coinvolgimento di un partner accademico, per rafforzare il concetto di formazione, anche con momenti didattici in aula.

 

I partner e le tappe di avvicinamento

Una fiera che prima di fermarsi a Parma percorre l’Italia in quattro tappe di avvicinamento. Previste nel 2019 le tavole rotonde a Cernobbio, Milano, Bologna e Torino, rispettivamente dedicate ai seguenti settori applicativi di approfondimento: tessile, pharma, packaging&food, robotica&automotive. Ciascuna tavola rotonda si articolerà in una prima parte tecnica dedicata alle case history e al confronto tecnologico tra produttori e utilizzatori e proseguirà nel pomeriggio coinvolgendo attivamente gli studenti al centro del progetto di SPS Italia 2019.

Ogni giornata sarà organizzata in collaborazione con uno o più partner associativi.

 

L’importanza della formazione

Ma prima ancora delle tecnologie, l’evento ha sottolineato che al centro del progetto dell’edizione 2019 di SPS Italia ci sarà il tema della formazione e delle competenze. “Lo sviluppo di nuove competenze e la ricerca di profili altamente qualificati, necessari per guidare macchine e tecnologie complesse, accompagna gli investimenti negli impianti. In questo contesto la formazione è l’elemento chiave e SPS Italia, grazie al coinvolgimento di Fondazione Cariplo, ne fa uno dei focus offrendo un’opportunità di incontro tra imprese e istituti tecnici”, spiega l’organizzatore.

Sul palco sono saliti, oltre ai rappresentanti delle associazioni che supportano il progetto, anche Renato Cerioli, Presidente di Cariplo Factory, Eugenio Gatti, direttore generale della Fondazione Politecnico di Milano, Giuseppe Guzzetti, presidente della Fondazione Cariplo, Fiorella Operto della Scuola di Robotica e il filosofo Franco Bolelli, che si sono rivolti a un centinaio di studenti delle scuole superiori ai quali Messe Frankfurt Italia ha aperto le porte. Di “Esperienze e orizzonti a confronto”, hanno poi discusso Alessandro Basso, CEO MecTho Srl, Alvise Di Canossa, Presidente Arterìa, Remo Sala, Fondatore di Spin off universitari nelle tecnologie 4.0 e professore di Misure Meccaniche e Termiche al Politecnico di Milano, Marco Vecchio, Segretario ANIE Automazione, e Gianluigi Viscardi, Presidente Cluster Tecnologico Nazionale Fabbrica Intelligente e CEO di Cosberg.

 

Le Tavole Rotonde aspettando SPS

 

data

location

titolo

30 gennaio

Villa Erba a Cernobbio (CO)

“Industria 4.0: trasformazione digitale dei processi di sviluppo dei prodotti tessili. Sfide e opportunità”

26 febbraio

Sede Gruppo 24 Ore (Sala Bianchi) - Milano

“Pharma 4.0: processi eccellenti e tecnologie abilitanti per il futuro farmaceutico italiano”

20 marzo

Fondazione Golinelli, Bologna

“Packaging 4.0: l'efficienza produttiva al servizio della mass customization”

10 aprile

CNH Industrial Village - Torino

“Non solo robotica: l'evoluzione delle tecnologie e delle competenze nei settori Automotive e Aerospace”

 

www.spsitalia.it

Letto 177 volte

Dal 1973 ICP - Rivista dell’Industria Chimica è il mensile di riferimento dell’industria chimica e farmaceutica e dell’ingegneria di processo in Italia.

Contatti

Duessegi Editore Srl
Via Eraclito, 10 - 20128 Milano
Tel. 02 89366322
Fax 02 89366330
info@duessegi.com

Top
I cookie ci aiutano a rendere i nostri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Navigando questo sito accetti il loro utilizzo secondo la policy vigente.