Segni visibili per la tutela della salute
Segni visibili per la tutela della salute

Ogni giorno le persone mettono a rischio la propria salute sul luogo di lavoro. È il tema della "Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro" che si celebra il 28 aprile 2018. L’action day punta i riflettori sui rischi e sulle misure protettive adeguate.

L’abbigliamento protettivo fa parte delle misure contro i rischi sul luogo di lavoro. Può proteggere la salute e persino salvare la vita. Per poter far ciò, tuttavia, l’equipaggiamento deve essere indicato per i pericoli specifici che si presentano nei diversi ambienti di lavoro. Per la maggior parte dei rischi esiste un apposito abbigliamento protettivo. Le funzioni protettive sono spiegate da simboli.

Il marchio CE per l’abbigliamento protettivo è obbligatorio

Ogni indumento protettivo presente sul mercato europeo deve avere un marchio CE. Con il marchio CE il produttore dichiara che il proprio DPI è conforme alla normativa europea. Questo simbolo si trova solitamente sul lato interno dell’indumento.

Questi simboli definiscono le più frequenti funzioni protettive:

 

Indumenti di protezione con proprietà elettrostatiche (EN 1149-5)

Questo simbolo contraddistingue l’abbigliamento protettivo che impedisce che si possa verificare un’esplosione a causa di una scarica elettrostatica.

 

Indumenti di protezione contro i pericoli termici da arco elettrico (IEC 61482-2)

Questo pittogramma contraddistingue l’abbigliamento protettivo che offre protezione dagli effetti termici di un arco elettrico.

 

Indumenti di protezione per la saldatura o procedimenti connessi (EN ISO 11611)

Questi indumenti proteggono chi li indossa da piccoli spruzzi di metallo fuso e da brevi contatti con le fiamme.

 

Indumenti di protezione contro il calore e le fiamme (EN ISO 11612)

Questi indumenti protettivi offrono protezione dal calore e dalle fiamme. La norma comprende diverse prove che, con l’uso di codici alfabetici, indicano i requisiti di prestazione dell’indumento contro il calore e le fiamme.

 

Indumenti di protezione contro sostanze chimiche liquide (EN 13034, Tipo 6)

Questi indumenti protettivi offrono protezione contro quantità ridotte e schizzi di sostanze chimiche.

 

Modifica e manutenzione professionale

Gli indumenti di protezione devono essere sempre sottoposti a lavaggio e manutenzione professionale per poter mantenere la propria funzione protettiva. Ogni eventuale modifica deve inoltre essere apportata a norma, apponendo sull’indumento il logo o il nome dell’azienda che esegue la modifica. I simboli devono essere coordinati in quanto a fattura, materiale, dimensione e posizione rispetto alle funzioni protettive del DPI in questione. I fornitori di servizi tessili come MEWA offrono un servizio di consulenza esaustivo. "Offriamo ai nostri clienti un servizio completo di lavaggio, manutenzione e sostituzione degli indumenti di protezione, per proteggere i lavoratori e affiancare il datore di lavoro", spiega Silvia Mertens, ingegnere specializzato in abbigliamento tecnico e responsabile product management di MEWA.

www.mewa.it

.

Letto 143 volte

Dal 1973 ICP - Rivista dell’Industria Chimica è il mensile di riferimento dell’industria chimica e farmaceutica e dell’ingegneria di processo in Italia.

Contatti

Duessegi Editore Srl
Via Eraclito, 10 - 20128 Milano
Tel. 02 89366322
Fax 02 89366330
info@duessegi.com

Top
I cookie ci aiutano a rendere i nostri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Navigando questo sito accetti il loro utilizzo secondo la policy vigente.