L’installazione di una nuova turbina idraulica, la più potente di Francia, ha richiesto la realizzazione di un’opera d’ingegneria in grado di gestire un volume d’acqua ad alta pressione pari a una piscina olimpionica al minuto. Realizzata da Paresa Spa di Cesena la giunzione per collegare il nuovo generatore all’esistente caduta d’acqua è stata trasportata in loco e installata da Mammoet.

Terzo anno degli ILTA (Italian Lifting & Transportation Awards) e terzo premio per Mammoet Italy, che si è aggiudicata il primo premio, assegnato da una giuria di esperti nell’ambito delle Giornate Italiane del Sollevamento (GIS) 2017, tenutesi alla Fiera di Piacenza. I premi ILTA vengono assegnati a diverse categorie di lavori e prodotti e, costituiscono il più importante riconoscimento per le aziende operanti in Italia nell’ambito del sollevamento e trasporto eccezionali e pesanti.
Mammoet Italy, che si era aggiudicata il primo premio ILTA 2013 con il trasporto dei moduli industriali del Progetto Gorgon, e quello del 2015 per trasporto e l’installazione del nuovo basket nella torre di varo per la posa di tubature sottomarine (JLT, J-Lay Tower) sulla nave semisommergibile per lavori offshore Saipem 7000, ha vinto quest’anno nella categoria SPMT (Self Propelled Modular Trailer), per il trasporto e l’installazione di componenti necessari al revamping dello stabilimento ravennate della multinazionale americana Bunge. I componenti consentiranno un aumento rilevante della produzione e rientrano in un piano di interventi del valore complessivo di 50 milioni di euro.
Il layout compatto dello stabilimento ha posto una sfida particolare a Mammoet, che ha dovuto posizionare e installare componenti di dimensioni importanti in un ambiente molto affollato e interconnesso. Il compito più impegnativo, che è valso il premio a Mammoet, ha riguardato Il terzo e ultimo componente, giunto in porto a metà gennaio 2017, un estrattore dal peso di 294,94 t, diametro di 14,935 m e altezza di 7,8 m, che non poteva essere trasportato e posizionato in modo convenzionale. Mammoet ha quindi fatto ricorso ai carrelli autopropulsi SPMT per portare il manufatto all’interno dello stabilimento. Dopo due settimane è infine avvenuta l’installazione, utilizzando dei sollevatori idraulici JS-500, adatti a operare in ambienti con spazi di manovra ridotti, come è l’interno di uno stabilimento chimico/alimentare.
“Siamo molto soddisfatti per questo nuovo premio ILT”, commenta Alberto Galbiati, CEO di Mammoet Italy, “soprattutto riguarda l’utilizzo dei carrelli modulari autopropulsi, che vede una costante presenza di Mammoet anche in settori industriali differenti dall’Oil and Gas.

Per contattare Mammoet Italy,
www.facebook.com/MammoetItaly

Dal 1973 ICP - Rivista dell’Industria Chimica è il mensile di riferimento dell’industria chimica e farmaceutica e dell’ingegneria di processo in Italia.

Contatti

Duessegi Editore Srl
Via Eraclito, 10 - 20128 Milano
Tel. 02 89366322
Fax 02 89366330
info@duessegi.com

Top
I cookie ci aiutano a rendere i nostri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Navigando questo sito accetti il loro utilizzo secondo la policy vigente.