Cogenerazione e nuova energia al servizio della multinazionale Procos

 

 

Intergen ha installato un nuovo impianto di cogenerazione presso lo stabilimento di Procos S.p.a. a Cameri.
Attiva dal 1945 e parte del gruppo multinazionale giapponese CBC Co., Ltd dal 2006, Procos è un’azienda specializzata nello sviluppo, produzione e vendita di Principi Attivi Farmaceutici (API). Realtà all’avanguardia sempre in espansione, l’azienda con sede a Novara ha intrapreso la strada della cogenerazione presso lo stabilimento di Cameri, un’area di circa 110.000 m, per rendere più efficiente il proprio ciclo produttivo e per perseguire il duplice obiettivo di ridurre i costi di produzione e le emissioni di CO2 in atmosfera.
Le lavorazioni che hanno luogo all’interno dello stabilimento richiedono ingenti quantità di energia elettrica e termica, quest’ultima sotto forma di vapore, acqua calda e acqua refrigerata. Per soddisfare tali necessità energetiche, la business unit di IML Group ha progettato e installato un’unità di trigenerazione equipaggiata di un motore MWM, modello TCG2020V12 (250 NOX), a gas naturale, con una potenza pari a 1200 kWe.
La capacità di personalizzare gli impianti, tenendo sempre in considerazione le necessità specifiche di ogni realtà produttiva, ha reso Intergen un importante punto di riferimento nel panorama energetico nazionale e un partner strategico per aziende operanti in diversi settori. Nel caso dello stabilimento di Procos è stato realizzato il progetto avendo come linee guida le scrupolose esigenze del gruppo giapponese per sopperire a una crescente domanda energetica generata da un nuovo reparto produttivo. L’impianto è stato inoltre ingegnerizzato in modo da poter accogliere un’ulteriore unità cogenerativa di pari potenza. Tale predisposizione permetterà all’azienda di installare un secondo sistema di trigenerazione per far fronte ai futuri fabbisogni energetici di nuovi possibili ampliamenti delle aree produttive.

Una realizzazione “tailor made”
Anima dei cogeneratori di Intergen sono i motori MWM di cui l’azienda lecchese è distributore esclusivo da 30 anni. Il modello installato presso Procos della gamma 2020 è tra i più efficienti sul mercato. Dal punto di vista del rendimento elettrico arriva al 42,3%, il rendimento termico per l’energia recuperabile è invece del 44,5%, per un totale dell’impianto di 86,8%, valore molto elevato per il settore. La temperatura di uscita dei fumi di scarico, in aggiunta, è di circa il 50° superiore rispetto a quella dei motori concorrenti che contribuisce a una produzione di energia termica qualitativamente superiore.
L’energia elettrica generata è sfruttata per gli azionamenti e le utenze di stabilimento. Dai fumi di scarico del motore, attraverso un recuperatore di calore, sono estratti 544 kWt, che alimentano un generatore per produrre 830 kg/h di vapore, immesso poi nella rete di distribuzione di stabilimento che opera a 12 bar. Dal circuito di raffreddamento del motore è recuperato calore sotto forma di acqua calda per un totale di 722 kWt. Parte di quest’acqua alimenta a sua volta un’unità frigorifera ad assorbimento, anch’essa fornita da Intergen, che produce acqua refrigerata a 7° C per 530 kWf.
L’impianto è stato realizzato seguendo il concetto del “tailor made”, rispettando tutte le esigenze del cliente. A carico di Intergen anche la realizzazione di tutte le interconnessioni con le reti interne esistenti e la suddivisione delle componenti in diverse collocazioni per ottimizzare gli spazi limitati disponibili in stabilimento. Le componenti del cogeneratore sono state infine opportunamente insonorizzate per rispettare i limiti vigenti di 65 dB(A) a 10 metri.

Dal 1973 ICP - Rivista dell’Industria Chimica è il mensile di riferimento dell’industria chimica e farmaceutica e dell’ingegneria di processo in Italia.

Contatti

Duessegi Editore Srl
Via Eraclito, 10 - 20128 Milano
Tel. 02 89366322
Fax 02 89366330
info@duessegi.com

Top
I cookie ci aiutano a rendere i nostri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Navigando questo sito accetti il loro utilizzo secondo la policy vigente.