L’accordo aggiunge nuove funzionalità software per migliorare le prestazioni d'impianto introducendo nuove tecnologie all'iniziativa Operational Certainty™ di Emerson.

Due giornate gratuite, a Brescia e a Roma, per diffondere la conoscenza della modellazione e delle app di simulazione. Formazione gratuita, presentazione di esempi pratici di simulazione con COMSOL e un’opportunità unica per confrontarsi con utenti già esperti di simulazione.

Security by design a partire dalla R&D nei propri impianti di produzione. Defense in Depth è l’approccio olistico di Siemens per la sicurezza dei sistemi di automazione e il portfolio prodotti con Security Integrated.

La versione 5.3a di COMSOL Multiphysics® e COMSOL Server™ offre agli specialisti di simulazione strumenti di modellazione all’avanguardia e prestazioni dei solutori migliorate. Gli utenti potranno trarre beneficio dai nuovi metodi e dai tempi di soluzione più veloci.

 

a cura di COMSOL S.r.l.

 

 

 

 

 

 

Si fa trovare pronta all’appuntamento con il futuro e con la quarta rivoluzione industriale Cedral Tassoni, lo storico marchio italiano reso celebre dall’iconica Cedrata. 225 anni di vita e di storia, trascorsa sulle sponde del Lago di Garda, a Salò, contribuendo allo sviluppo dell’intero distretto produttivo e tra i pionieri, sempre, dell’innovazione.

As a system supplier with the four successful brands “Maag Pump & Filtration Systems“, “Automatik Scheer Strand Pelletizers“, “Gala Automatik Underwater Pelletizers“ and “Reduction Pulverizing Systems“, Maag offers complete assemblies for extruders comprising an extrex® gear pump, screen changer, maax® automation solution, and drive unit. As the sum of the individual parts, the expac® system improves the productivity of the extrusion process. Following the successful introduction of the enhanced extrusion controller maax 400S, the 12" monitor variant has now closed the gap to the two existing controllers, the maax 100S and maax 600S.
The maax 100S features a 7" monitor, with a maximum of two drives and maximum 16 heating/cooling zones. The maax 600S has a 15" monitor, with a maximum of four drives and 48 heating/cooling zones (in the basic software configuration).

Control solution for customer-specific requirements
The maax 400S can control up to four variable-speed drives, and can be upgraded up to a maximum of 32 heating/cooling zones (in the basic software configuration). The maax 400S retains the intuitive user control, screen page layout and color concept of the existing controllers. This control solution enables customer-specific requirements, such as page layout, additional pages or special component control, to be met within certain bounds.
The controller is currently available in German and English. More languages can be added.
Maag's experience enables it to combine all the components to provide an optimum solution. This also significantly enhances operational safety. Integrated statistical functions and process data memory enable traceable quality management. By adding more degrees of operational freedom, such as the pump inlet pressure by way of the presetting (pump inlet pressure regulation), additionally enhances plant flexibility.

www.maag.com

Molti produttori di strumentazione hanno adottato la tecnologia a barra di torsione nelle applicazioni di misura di livello. Tuttavia, molti professionisti operanti in vari settori dell’industria di processo - tra cui il settore chimico, petrolchimico, energetico, pulp and paper, energetico nucleare, raffinazione e gas naturale - sono giunti alla conclusione che la tecnologia a dislocatore rappresenta una soluzione più affidabile per il controllo e la misura di livello rispetto a quello a barra di torsione, data la stabilità del segnale in uscita, l’integrità strutturale e la semplicità d’uso intrinseche.
Mettiamo a confronto un trasmettitore con trasformatore lineare a differenziale variabile (LVDT) con tecnologia a molla, che, a titolo di esempio, è il principio di funzionamento impiegato dal trasmettitore di livello a dislocatore Magnetrol® E3 Modulevel®.
· Mentre le barre di torsione possono essere eccessivamente sensibili, la tecnologia a dislocatore con molla, attenua gli effetti derivanti da vibrazioni, agitazioni e turbolenze per fornire stabilità nelle applicazioni più difficili. Inoltre, il campo di trasmissione più lungo e l’effetto di smorzamento della molla generano un segnale di uscita 4 volte più stabile rispetto a quello di una barra di torsione.
· I cuscinetti a spigolo vivo, che supportano la barra di torsione in corrispondenza delle estremità, generano punti di elevata usura e attrito durante il movimento torcente del tubo contro di essi. A differenza delle barre di torsione, il movimento della molla è immune sia dal rischio di usura che dall’eventuale attrito, fattori che possono compromettere l’accuratezza della misurazione e la durata dello strumento.
· Il movimento torcente della barra può comportare rotture da stress del tubo stagno, così come una più veloce corrosione dovuta a stress indotti. Il tubo stagno di un trasmettitore di livello a dislocatore con tecnologia a molla, invece, essendo isolato dalla pressione statica, non è soggetto ad alcuno di tali guasti indotti.
· I trasmettitori a dislocatore, presentando un design verticale compatto, sono inoltre più semplici da installare rispetto alle barre di torsione e semplificano notevolmente la manutenzione data la possibilità di rimuovere la sua elettronica senza la necessità di dover depressurizzare la camera o il processo. Al contrario, la rimozione di un trasmettitore a barra di torsione richiede l’arresto dell’intero processo oltre a onerosi tempi di inattività.
· Oltre a ciò, i trasmettitori di livello a dislocatore presentano una testa girevole a 360° che consente di configurare molto semplicemente l’orientamento e il montaggio destrorso o sinistrorso del display e delle connessioni elettriche. Le barre di torsione, invece, devono essere configurate in fabbrica dovendo prevedere preventivamente l’orientamento del display a sinistra o a destra della camera. Questo aspetto limita la flessibilità delle barre di torsione in campo, a differenza dei dislocatori, avendo un orientamento fisso.
· La tecnologia del trasmettitore a dislocatore offre inoltre versatilità di impiego e semplicità di misura grazie anche alla possibilità di montaggio remoto fino a ca. 120 metri dallo strumento. Ciò rappresenta un vantaggio significativo rispetto alle barre di torsione che devono invece essere montate a non più di ca. 10 metri dal sensore.

www.magnetrol.com

Bosch inaugura l’innovativo Campus IT, nuovo quartier generale dell'IT globale di Bosch
A Stoccarda il nuovo centro per lo sviluppo di modelli di business digitali. Stefan Asenkerschbaumer: "Il nuovo campus è un chiaro segnale del nostro impegno nel rendere Stoccarda un polo tecnologico”.

Mitsubishi Electric presenta una serie di innovazioni tecnologiche, fondamentali per la gestione di impianti di produzione d’energia, sviluppate per migliorare la produttività e il controllo.

Presso la sede ABB di Genova Sestri abbiamo visitato i centri di monitoraggio collaborativi (Collaborative Operations Center - COC), basati sulla tecnologia digitale ABB AbilityTM. Il COC di Sestri opera al servizio delle utility energetiche e dell'acqua nonché delle reti di generazione distribuita, mentre il COC Molo Giano (Porto di Genova serve il comparto navale.

Dal 1973 ICP - Rivista dell’Industria Chimica è il mensile di riferimento dell’industria chimica e farmaceutica e dell’ingegneria di processo in Italia.

Contatti

Duessegi Editore Srl
Via Eraclito, 10 - 20128 Milano
Tel. 02 89366322
Fax 02 89366330
info@duessegi.com

Top
I cookie ci aiutano a rendere i nostri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Navigando questo sito accetti il loro utilizzo secondo la policy vigente.