Ridurre costi operativi e tempi di progettazione in GSK

Grazie alla soluzione SmartPlant Enterprise di Hexagon PPM, GlaxoSmithKline (GSK) può ora contare su una migliore accessibilità ai dati dell’impianto di Cork, grazie all’aggiornamento costante e condiviso di disegni e documentazione tecnica.

Con una stima del 7% del mercato farmaceutico mondiale, GlaxoSmithKline (GSK), è certamente un leader riconosciuto del settore: nel suo impianto in Irlanda produce farmaci che trattano patologie come l'asma, il controllo dei virus, le infezioni, la salute mentale, il diabete e le condizioni digestive.

Lo stabilimento situato a Currabinny, nella contea di Cork, è estremamente automatizzato e un punto di riferimento per la ricerca e sviluppo dell’azienda. In esso vengono prodotti alcuni dei farmaci di punta della multinazionale. Per molto tempo, per la gestione dei dati tecnici, dei disegni e della documentazione GSK ha utilizzato una varietà di soluzioni spesso proprietarie ed in alcuni casi basate su un database Microsoft SQL Server.

“I nostri dati erano custoditi in sistemi separati e questo ci obbligava ad aggiornare diverse piattaforme con gli stessi dati ad ogni revisione”, ha affermato Ed Collins, Integrated Engineering System (IES) Project Sponsor di GSK Cork. “Questa situazione poteva evidentemente portare a pericolose omissioni oltre che ad importante dispendio di energie per i nostri ingegneri a causa dell’inaffidabilità dei dati in un sistema così frammentato. Per questo, l’azienda si è posta l’obiettivo di implementare un sistema integrato snello ed economico, che permettesse un uso efficiente di dati finalmente aggiornati e la loro revisione controllata durante tutto il ciclo di vita dell’impianto”.

 

Dati dell’impianto condivisi e sempre aggiornati

Dopo una ricerca approfondita, GSK Cork ha scelto la suite di soluzioni SmartPlant Enterprise di Hexagon PPM (primo fornitore al mondo di soluzioni informatiche specifiche per tutto il ciclo di vita degli asset per la progettazione, la costruzione e la gestione di impianti industriali) sia perché le soluzioni modulari che caratterizzano la piattaforma forniscono una notevole flessibilità e garantisco future evoluzioni, sia per la facile accessibilità delle informazioni da parte di un gran numero di utenti.

L’azienda farmaceutica ha iniziato lo sviluppo del progetto partendo con tre applicazioni: SmartPlant Foundation, SmartPlant Instrumentation e SmartPlant P&ID. Hexagon PPM e il team di Cork hanno inizialmente trasferito tutti i dati della strumentazione e i disegni dal sistema proprietario a SmartPlant Instrumentation a SmartPlant Foundation. Per ultimo, è stata eseguita una migrazione graduale della documentazione dei fornitori dal sistema proprietario di gestione dei documenti.

Inizialmente, l'implementazione di SmartPlant Enterprise si è concentrata sul Modulo 1 del Building 3 dell'impianto di Cork: tra le altre cose, ciò ha comportato la generazione di 900 loops intelligenti e la migrazione di 34 disegni P&ID in SmartPlant P&ID, in modo completamente intelligente e integrato.

 

Gestione sicura degli asset del sito

La soluzione SmartPlant Foundation è ora utilizzata in tutto l’impianto di GSK Cork. Tutti i gruppi di lavoro in loco beneficiano della funzionalità di gestione dei disegni del sito: SmartPlant Foundation fornisce infatti l'accesso a tutti i disegni dell'impianto e permette anche il collegamento agli smart data del Building 3 Modulo 1, permettendo anche la connessione alla documentazione dei diversi fornitori.

Per la gestione degli asset del sito, gli ingegneri di progetto e i fornitori di servizi di ingegneria (ESP) utilizzano SmartPlant Enterprise per generare smart loops e informazioni generate automaticamente dal sistema integrato: tutto questo consente di ottenere un notevole guadagno in termini di efficienza e qualità dei dati.

SmartPlant Enterprise supporta anche la gestione dei documenti dei fornitori: gli ingegneri di progetto, il personale addetto alla manutenzione e gli ESP possono visualizzare i disegni e i documenti dei fornitori così come controllare le modifiche apportate. I registri di controllo vengono aggiornati automaticamente per tutte le modifiche. “Con SmartPlant Enterprise, ingegneri e tecnici risparmiano tempo grazie ad un migliore accesso a disegni, a dati e a documenti che risultano perciò essere molto più accurati. È possibile stimare che si possa risparmiare fino al 40% del tempo necessario per accedere alle informazioni della strumentazione e dell’80% in caso di loop generati automaticamente dal modulo di cablaggio”, conclude Ed Collins, Integrated Engineering System (IES) Project Sponsor di GSK Cork.

hexagonppm.com/it-it

it.gsk.com

Letto 67 volte

Dal 1973 ICP - Rivista dell’Industria Chimica è il mensile di riferimento dell’industria chimica e farmaceutica e dell’ingegneria di processo in Italia.

Contatti

Duessegi Editore Srl
Via Eraclito, 10 - 20128 Milano
Tel. 02 89366322
Fax 02 89366330
info@duessegi.com

Top
I cookie ci aiutano a rendere i nostri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Navigando questo sito accetti il loro utilizzo secondo la policy vigente.