Sette start-up italiane vincono l’EIT Health Headstart. Al primo posto Restorative Neurotechnologies.

Restorative Neurotechnologies, spin-off dell'Università degli Studi di Palermo, si è aggiudicata il 1° Premio EIT Health HeadStart support 2019 con il progetto Mindlenses Professional, un programma per la riabilitazione cognitiva.

L’EIT Health Headstart Programme è un progetto che ha come obbiettivo di sostenere start-up e PMI per rafforzare e sviluppare le loro idee di prodotto nel mercato di riferimento. La selezione ha accolto la partecipazione di numerosi progetti provenienti da tutta Europa, diversi per nazionalità ma con un obiettivo in comune: migliorare i sistemi per l’assistenza sanitaria, affrontando sfide come le malattie cardiache, il morbo di Parkinson, cure geriatriche e diagnosi molecolari.

I vincitori hanno ricevuto un finanziamento fino a 50.000 euro, affiancato dall’aiuto di un EIT Health manager regionale in modo tale da rendere possibili ulteriori investimenti privati in futuro. I vincitori dell’EIT Health Headstart Programme sono stati selezionati da EIT Health InnoStars, consorzio di partner provenienti da un gruppo di paesi quali Portogallo, Italia, Ungheria e Polonia, qualificati dal Quadro Europeo di Valutazione dell'Innovazione (EIS) come paesi innovatori moderati.

I progetti delle quindici start-up vincitrici, provenienti dall’Italia, dalla Polonia, dal Portogallo, dalla Grecia e da altri paesi Europei, sette sono italiane tra cui: Restorative Neurotechnologies (qualificata al primo posto), Allelica, Biomedicallab, BIORIDIS, MOODIKA S.r.l., Plusimple, e RIATLAS SRL.

  • Restorative Neurotechnologies, spin.off dell'Università degli Studi di Palermo, che ha dato vita a Mindlenses Professional: un progetto per la riabilitazione cognitiva. Mindlenses è una combinazione completa di strumenti per la riabilitazione digitale, la stimolazione cognitiva e la gestione di pazienti con disabilità attraverso l'utilizzo di nuove tecnologie. Restorative Neurotechnologies si è aggiudicata il 1° Premio dell’EIT Health HeadStart support 2019 di 40.000 Euro ed uno extra di 10.000 Euro. Come premio, la start-up parteciperà inoltre allo StartupVillage dell’EIT Health Summit che si terrà a Parigi a dicembre.
  • Allelica, rappresenta un insieme di ricercatori dell’Università di Oxford e La Sapienza di Roma che insieme hanno creato un test poligenico chiamato Cardioscore per identificare il rischio di coronaropatie.
  • Biomedicallab ha creato il PD-Watch, ovvero l’orologio per il Parkinson. Un nuovo dispositivo indossabile per supportare la diagnosi del morbo di Parkinson in soggetti a rischio, per monitorare il decorso temporale della patologia e per quantificare gli effetti terapeutici del piano di cura messo in atto. Il PD-Watch effettua la misurazione dei sintomi motori dei pazienti parkinsoniani, durante tutti i momenti della giornata ed in qualunque posto essi si trovino, mediante l’impiego di un sistema di misura indossabile, configurato come “orologio”.
  • BIORIDIS (vedere nel vivente), è un’azienda biotech fondata a Bologna nel 2016 che vuole migliorare la qualità della vita, rendendo disponibili alla società, a costi accessibili, le innovazioni nel campo della ricerca biomedica. Bioridis fornisce agli operatori della ricerca biomedica e della diagnostica strumenti più potenti per lo studio e la diagnosi.
  • MOODIKA S.r.l. ha creato lo smartDONOR, una piattaforma nata per migliorare il “Sistema di raccolta del Sangue” grazie all’interazione tra donatori ed operatori SMART. L’obiettivo di smartDONORè quello di rendere più efficiente e più semplice l’attività del donatore supportando anche gli operatori nell’ottimizzazione della promozione della cultura della donazione del sangue.
  • Plusimple ha come missione di rendere la sanità più semplice. Plusimple riunisce gli stakeholders sanitari nel medesimo luogo virtuale. I pazienti possono accedere a community generate da associazioni di pazienti o strutture, scoprire il professionista o la struttura sanitaria d’aiuto, approfondire informazioni riguardo le prestazioni offerte, comunicare con loro, archiviare i dati biometrici e condividerli con il loro team di cura, senza limiti di spazio e tempo. Plusimple offre una serie di funzioni evolute di marketing per avviare campagne di sensibilizzazione o visibilità per gli operatori sanitari.
  • RIATLAS srl è una start up innovativa, spin off autorizzato dell’Università degli Studi di Salerno, attiva nel settore della salute digitale (e-health), a supporto di una medicina di precisione. Sviluppastrumenti avanzati di analisi dei dati per applicazioni cliniche “a valore aggiunto”, sfruttando le potenzialità dell'Intelligenza Artificiale. Il loro prodotto, Oncosmart è un’applicazione digitale per pazienti malati di cancro.

“L’EIT Health Headstart Programme è un’occasione unica per le giovani start-up Italiane per cominciare un percorso nel campo nell’innovazione sanitaria, validare prodotti/servizi innovativi per favorirne la loro immissione sul mercato. Un po’ come un SME instrument di fase 1, le startup selezionate hanno a disposizione un budget fino a 50.000€ per finanziare parte dello sviluppo dei loro prodotto/servizi” commenta Chiara Maiorino, Regional Manager South Europe per EIT Health InnoStars. “Sono contenta che su 15 start-up vincitrici provenienti da Portogallo, Polonia, Grecia, sette sono italiane e potranno vedere realizzati i loro progetti innovativi. Sono ancora più contenta del successo di Restorative Neurotechnologies, spin-off dell’Università di Palermo, che porta a casa il 1° premio da 40.000 €”.

 

EIT Health

Un’organizzazione no profit e una delle più grandi partnership pubblico-private europee nel campo dell’innovazione sanitaria. Composto da più di 140 Partner, tra cui aziende, università, centri di ricerca così come di ospedali ed istituti clinici EIT Health è un network europeo unico nel suo genere. Il suo scopo è costruire un ecosistema che permetta lo sviluppo dell’assistenza sanitaria affinché i cittadini europei siano in grado di vivere vite più lunghe, più felici e più sane. Con un budget di 2 miliardi di euro, EIT Health, investendo nei migliori talenti europei, mira a migliorare le competenze dei professionisti dell’assistenza sanitaria in tutta Europa e ad agevolare la commercializzazione di prodotti/soluzioni mediche innovative all'interno dell'UE. È una delle più grandi iniziative per la salute finanziata con fondi pubblici ed è promossa dalla Commissione Europea e dall'Istituto Europeo di Innovazione e Tecnologia (EIT).

 

EIT Health InnoStars

Un gruppo di paesi qualificati dal Quadro Europeo di Valutazione dell'Innovazione (EIS) come innovatori moderati. La regione di InnoStars è una delle sette aree geografiche di EIT Health e copre metà Europa, inclusi Polonia, Ungheria, Italia e Portogallo, così come le aree aggiuntive del Programma di Innovazione Regionale: Paesi Baltici, Croazia, Slovacchia, Repubblica Ceca, Slovenia, Grecia, Romania. Quest'area include la più alta concentrazione di finanziamenti per i Fondi Strutturali e di Investimento Europei (fondi SIE) per l'innovazione, con 20 miliardi di euro disponibili fino al 2023.

InnoStars si concentra sulla promozione dell'imprenditorialità, dell'innovazione e dell'istruzione nel settore dell'assistenza sanitaria, della vita sana e dell'invecchiamento attivo.

www.eithealth.eu

www.eithealth.eu/innostars

www.eithealth.eu/regional-innovation-scheme

Letto 122 volte Ultima modifica il Venerdì, 29 Novembre 2019 10:50

Dal 1973 ICP - Rivista dell’Industria Chimica è il mensile di riferimento dell’industria chimica e farmaceutica e dell’ingegneria di processo in Italia.

Contatti

Duessegi Editore Srl
Via Eraclito, 10 - 20128 Milano
Tel. 02 89366322
Fax 02 89366330
info@duessegi.com

Top
I cookie ci aiutano a rendere i nostri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Navigando questo sito accetti il loro utilizzo secondo la policy vigente.