Antincendio: rilevatori di fumo in linea con il regolamento DIN 14676

Esistono alcune disposizioni di prevenzione incendi o sicurezza sul lavoro che richiedono esplicitamente l'installazione di rilevatori di fumo. II rilevatore di fumo Q Smoke 5.5 R di Qundis è disponibile sul mercato italiano con modulo radio integrato, batteria fissa e durata di 10 anni.

Leader europeo nella produzione di sistemi AMR, ripartitori di calore, contatori di calore e d´acqua e smart meter gateways per la gestione di dati dei consumi energetici, QUNDIS (www.qundis.it) annuncia la disponibilità del nuovo Q smoke 5.5 R, la nuova generazione di rilevatori di fumo in linea con il regolamento europeo DIN 14676.

In linea di principio, in Italia e a differenza di molti altri paesi europei in cui l’installazione dei dispositivi di rilevazione incendi è un obbligo di legge, la decisione di installare un impianto di rivelazione di questo tipo spetta al datore di lavoro o al proprietario di un immobile sulla base della valutazione del rischio incendio.

Esistono, però, alcune disposizioni di prevenzione incendi o sicurezza sul lavoro che ne richiedono esplicitamente l'installazione per alcune attività. Ad esempio, nelle attività commerciali di superficie superiore a 400 m2, negli uffici di nuova realizzazione con più di 100 persone presenti, ma anche nelle strutture alberghiere, nelle scuole, negli ospedali, nei locali di pubblico spettacolo, negli impianti sportivi, negli edifici di interesse storico ed artistico e non solo.

Il rilevatore di fumo presentato da QUNDIS va oltre l'ambito funzionale richiesto, combinando innovazione tecnologica a dimensioni minime e massima affidabilità: tramite un processo fotoelettrico il dispositivo identifica rapidamente concentrazioni pericolose di fumo ed emette un allarme acustico in caso di incendio.

La particolarità di Q smoke 5.5 R è data dalla presenza di un modulo radio integrato che consente il monitoraggio dello stato del dispositivo da remoto. Il modulo radio (in c-mode o s-mode) consente di verificare lo stato del rilevatore in qualsiasi momento e da qualsiasi postazione mediante i collaudati sistemi Q AMR (Automatic Meter Reading) e Q walk-by (il sistema di lettura mobile dei dati).

Il dispositivo QUNDIS è provvisto di batteria fissa con durata di dieci anni e segnale acustico di avvertimento, esegue l’automonitoraggio e non richiede una prova manuale annuale, semplificando i processi e consentendo anche di risparmiare.

 

“Non c’è bisogno di una regolamentazione stringente per dotarsi di un rilevatore di fumo, perché prima ancora della normativa arriva il buon senso”, ha commentato Antonello Guzzetti, Country Manager di QUNDIS in Italia. “Grazie al monitoraggio da remoto, è possibile essere sempre aggiornati sulle condizioni del dispositivo e di conseguenza si semplificano i processi di manutenzione e si risparmia sui costi.”

In quanto fornitore di allarmi antincendio di alta qualità, QUNDIS è coinvolta attivamente nell'iniziativa "Smoke alarms save lives" organizzata da "Forum Brandrauchprävention e. V’. Questa organizzazione si impegna nella realizzazione di campagne non solo per garantire che tutte le famiglie siano dotate di allarmi antincendio, ma anche per la promozione di standard di qualità.

 

Per ulteriori dettagli legati a Qundis: www.qundis.it

Letto 109 volte

Dal 1973 ICP - Rivista dell’Industria Chimica è il mensile di riferimento dell’industria chimica e farmaceutica e dell’ingegneria di processo in Italia.

Contatti

Duessegi Editore Srl
Via Eraclito, 10 - 20128 Milano
Tel. 02 89366322
Fax 02 89366330
info@duessegi.com

Top
I cookie ci aiutano a rendere i nostri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Navigando questo sito accetti il loro utilizzo secondo la policy vigente.