Maire Tecnimont, cantieri riuniti sui temi HSE

La società ha organizzato un workshop di due giorni, in cui ha riunito venti cantieri su 8 fusi orari in cui il Gruppo è attivo. Un’occasione per aprire la discussione su come ogni cantiere svolgendo le normali attività quotidiane, affrontando con proattività e adattamento l’emergenza globale attuale.

La resilienza quale fattore distintivo per superare e vincere la sfida attuale: una caratteristica più che mai necessaria oggi, per mantenere la più alta efficienza produttiva ed operativa, nel pieno rispetto della normativa in materia di Salute, Sicurezza e Ambiente (HSE, Health Security and Environment) per far fronte all’emergenza COVID-19.

È questo il messaggio che Maire Tecnimont ha lanciato attraverso un workshop di due giorni, che ha riunito venti cantieri su 8 fusi orari in cui il Gruppo è attivo, dal Nord America al Sud Est Asiatico, passando per Europa, Africa, Medio Oriente e Russia, in cui complessivamente sono mobilitate circa 33.500 persone, tra construction team di Maire Tecnimont e maestranze dirette e indirette. Un appuntamento di condivisione che il Gruppo ha voluto organizzare il giorno in cui si è celebrata la giornata mondiale della sicurezza e salute sul lavoro 2020, patrocinata dall’ILO, l’Organizzazione Internazionale del Lavoro.

Il workshop di due giorni ha visto collegati il Top Management di Maire Tecnimont insieme ai site HSE manager dei diversi cantieri ed ai team coinvolti nelle operazioni quotidiane per l’implementazione dei progetti. Si è trattato di un’occasione per aprire la discussione su come ogni cantiere - pur nelle peculiarità di ciascuna nazione in cui è collocato - stia svolgendo le normali attività quotidiane, affrontando con proattività e forte spirito di adattamento l’emergenza globale attuale.

È senza dubbio anche l’occasione per ricordare il nuovo set di policy di Maire Tecnimont, già definite e implementate a partire da febbraio, e soprattutto condividere tra colleghi le numerose best practice che si son già consolidate in queste settimane, grazie alla capacità di ogni team di construction di assorbire gli shock e rispondere non solo con prontezza ad una situazione in continua evoluzione, ma contribuendo attivamente con soluzioni concrete.

Il workshop è anche l’occasione per il Gruppo per lanciare lo “spin-off” del brand proprietario Safethink, adattandolo alla situazione attuale con Safethinkcovid-19, e la relativa campagna HSE che sarà diffusa in tutto il network di Maire Tecnimont.

“Per noi la priorità è assicurare la salute e la sicurezza di tutti i colleghi e delle loro famiglie, mentre manteniamo piena continuità operativa nei quattro continenti in cui operiamo, dagli Stati Uniti alla Malesia”, ha commentato durante i lavori Pierroberto Folgiero, Amministratore Delegato Maire Tecnimont. “Negli ultimi anni, il nostro Gruppo ha reso la componente HSE un chiaro fattore di competitività e oggi dimostriamo ulteriormente come questa non sia retorica, ma un valore concreto col quale affrontare, insieme alla passione che da sempre ci contraddistingue, le sfide che ci attendono in futuro.”

www.mairetecnimont.com

Dal 1973 ICP - Rivista dell’Industria Chimica è il mensile di riferimento dell’industria chimica e farmaceutica e dell’ingegneria di processo in Italia.

Contatti

Duessegi Editore Srl
Via Eraclito, 10 - 20128 Milano
Tel. 02 89366322
Fax 02 89366330
info@duessegi.com

Top
I cookie ci aiutano a rendere i nostri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Navigando questo sito accetti il loro utilizzo secondo la policy vigente.