IMA punta ad offrire servizi digitali d’eccellenza

IMA Group ha utilizzato ThingWorx di PTC per implementare una piattaforma di raccolta e analisi in tempo reale dei dati per ottimizzare le prestazioni di macchine e impianti di produzione.

Si chiama DNA MAP la Machine Analytics Platform aperta e scalabile che IMA Group ha realizzato utilizzando ThingWorx, la soluzione di PTC dedicata al mondo delle applicazioni IIoT. Ma cos’è DNA MAP e, soprattutto, quali sono le motivazioni che hanno portato IMA a svilupparla e proporla al mercato? Per comprendere tutto ciò è necessario considerare la trasformazione che il mondo industriale ha recentemente sperimentato.

Come la gran parte delle aziende che operano nel manufacturing, IMA Group, leader mondiale nella progettazione e produzione di macchine automatiche per il processo e il confezionamento di prodotti farmaceutici, cosmetici e alimentari, ha compreso che il paradigma di proposizione al mercato, soprattutto con l’avvento delle tecnologie digitali, è radicalmente cambiato. Oggi è necessario trasformare il tradizionale approccio incentrato sui prodotti in una proposta di tipo customer-centric, ovvero basata sull’erogazione di servizi a valore aggiunto utili al business del cliente. Per essere sempre un passo avanti alla concorrenza e fidelizzare la clientela è dunque necessario sfruttare al meglio gli aspetti innovativi che la tecnologia offre non solo in termini di progettazione del prodotto, ma anche dei relativi servizi.

 

L’iniziativa IMA Digital

Proprio con questo obiettivo il Gruppo ha lanciato tre anni fa IMA Digital, iniziativa globale per offrire a partner e clienti soluzioni digitali disruptive e rendere ancora più efficienti le linee produttive. E a tre anni dal lancio di IMA Digital un esempio concreto dei passi fatti in avanti è la piattaforma aperta, scalabile e sicura sviluppata su base ThingWorx. DNA MAP consente infatti agli utilizzatori di monitorare in real-time le condizioni operative delle macchine e, in generale, delle linee di produzione. Ma con un valore aggiunto in più: comprendere in che modo l’evoluzione dei vari parametri incide sull’efficienza al fine di consentire all’end-user di migliorare i propri processi con le corrette e tempestive decisioni. Come? Con il supporto di potenti analytics in grado di trasformare i dati raccolti in tempo reale in informazioni utili allo scopo.

 

Per il progetto DNA MAP, la cui genesi risale al 2016, IMA ha deciso di lavorare con ThingWorx per la sua semplicità d’uso, la grande rapidità con cui da subito è stato possibile sviluppare e prototipare l’applicazione, nonché per la potenza dei suoi analytics, un elemento di fondamentale importanza per gli obiettivi che l’azienda si era prefissa di raggiungere. Nel novero delle soluzioni di PTC, ThingWorx è la piattaforma dedicata allo sviluppo di applicazioni IIoT che, grazie alla connettività, consente di integrare dispositivi, asset fisici e sistemi IT per raccogliere e analizzare in tempo reale grandi quantità di dati e, quindi, di offrire all’utente la possibilità di monitorare, gestire e ottimizzare l’evoluzione dei suoi processi. La sicurezza dei dati trattati viene garantita da A4Gate, la piattaforma hardware e software sviluppata parallelamente dal Gruppo per annullare attacchi hacker provenienti dall’esterno.

I benefici per i clienti che scelgono di affidarsi a soluzioni come DNA MAP sono evidenti. Il primo e più naturale risultato è l’incremento in termini di OEE (Overall Equipment Effectiveness), che è possibile ottenere già in breve tempo. Si tenga presente che, per determinate tipologie di produzione, riuscire ad incrementare l’efficienza produttiva anche solo di un punto percentuale può a volte significare risparmi a sei zeri. La possibilità di tradurre efficacemente i KPI d’impianto in valori misurabili consente inoltre di effettuare benchmark efficaci, nonché approfondite loss analysis, con la possibilità di scendere nei vari dettagli riguardanti le inefficienze, i downtime, i tempi medi di intervento ecc.

“La scalabilità e l’apertura di DNA MAP è totale. L’end-user può accedere all’intero set delle informazioni real-time generate dalle macchine servendosi di un’ampia gamma di dispositivi - tablet, smartdevice, notebook ecc. - e indipendentemente dal luogo in cui si trova”, afferma Martina Stefanon, Business Development Director for Service Innovation, IMA Group, che ha curato il progetto DNA MAP. “Solo la puntuale e dettagliata conoscenza dei propri asset produttivi rende possibile migliorare l’efficienza dei processi. E ciò lo si può fare solamente comprendendo il loro stato, cioè analizzando e utilizzando in modo intelligente i dati che generano, al fine di aumentare l’uptime e ottimizzare di conseguenza i costi e i margini”.

 

Strumenti IIoT per i costruttori di macchine

“In un periodo come quello attuale, durante il quale il mondo intero ha dovuto guardare al digitale quale risorsa imprescindibile per continuare a gestire gran parte delle attività, le potenzialità dell’IIoT ci hanno fatto comprendere come oggi più che mai sia diventato imprescindibile l’avere a disposizione strumenti avanzati di servitizzazione”, afferma Paolo Delnevo, Vice President SER & GM Italy di PTC. “Ciò non solo per offrire un puntuale e, anzi, più avanzato supporto da remoto, ma anche per ridurre al minimo indispensabile gli spostamenti del personale tecnico, con giovamenti in termini di efficienza operativa e ambientale. L’accordo di collaborazione strategica siglato da PTC e IMA è l’esempio di come questi obiettivi possano essere raggiunti in modo pieno ed efficace”.

Oggi i costruttori di macchine (e non solo) hanno compreso come il fattore servizio sia il vero elemento su cui si giocherà la battaglia futura della competitività. Strumenti come ThingWorx da un lato e applicazioni come DNA MAP dall’altro rappresenteranno dunque per OEM ed end-user la risposta più naturale alle necessità di un mondo che, inarrestabilmente, sta correndo verso il digitale e modelli di servizio sempre più efficienti e personalizzati.

www.ptc.com

www.ima.it

Dal 1973 ICP - Rivista dell’Industria Chimica è il mensile di riferimento dell’industria chimica e farmaceutica e dell’ingegneria di processo in Italia.

Contatti

Duessegi Editore Srl
Via Eraclito, 10 - 20128 Milano
Tel. 02 89366322
Fax 02 89366330
info@duessegi.com

Top
I cookie ci aiutano a rendere i nostri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Navigando questo sito accetti il loro utilizzo secondo la policy vigente.