Il Forum Meccatronica trova terreno fertile in Toscana

Oltre 500 operatori del settore hanno partecipato alla sesta edizione del Forum. Un’occasione da sfruttare per innovare e ottimizzare i processi produttivi a vantaggio della qualità.

Si è svolta martedì 5 novembre a Firenze la sesta edizione di Forum Meccatronica, l’appuntamento annuale e itinerante con gli attori della filiera dell’automazione industriale. Dopo le tappe in Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Marche e Piemonte, è stato scelto il distretto industriale toscano. Uno dei più interessanti, con una spiccata specializzazione produttiva e una naturale vocazione tecnologica e innovativa, caratterizzato dalle produzioni farmaceutica e tessile, di carta e tabacco.

 

La mostra-convegno, ideata dal Gruppo Meccatronica di ANIE Automazione - associazione di Federazione ANIE - e realizzata in collaborazione con Messe Frankfurt Italia, ha accolto oltre 500 visitatori e prendendo spunto dall’incremento del mercato della digitalizzazione industriale, ha puntato l’attenzione sulla maturità digitale e sui nuovi traguardi tecnologici nell’industria manifatturiera italiana.

La giornata è stata l’occasione per incontrare i fornitori di tecnologie 4.0, Università e Associazioni, che possono fornire le competenze necessarie e accompagnare anche le realtà meno strutturate nei primi passi verso la digitalizzazione.

 

Territorio, innovazione e competenze

 

Durante la sessione plenaria si sono alternati gli interventi degli organizzatori e dei rappresentati del territorio.

 

Donald Wich, Amministratore Delegato Messe Frankfurt Italia: “Percorso obbligatorio per qualsiasi realtà industriale, la digitalizzazione rappresenta una priorità competitiva che ancora non riesce sempre ad essere sfruttata appieno per carenza di competenze manageriali e soprattutto finanziarie. Un’ulteriore sfida, anche per il territorio scelto quest’anno. Il Forum è un momento di confronto e di sintesi importante su come si stanno muovendo i fornitori di componenti e sistemi di automazione nell’ambito della trasformazione digitale dell’industria manifatturiera italiana. Un’occasione per far dialogare interlocutori appartenenti a diverse aree di competenza favorendo la contaminazione tra esperienze e la condivisione di know-how.”

 

Sabina Cristini, Presidente Gruppo Meccatronica di ANIE Automazione: “L’elevata adesione registrata al Forum dimostra il notevole interesse verso i temi trattati, perché la sfida che deve affrontare il comparto manifatturiero italiano è quella di mantenere la propria competitività nel contesto globale. In una situazione di mercato caratterizzata da incertezza e volatilità, risulta sicuramente strategico il consolidamento della leadership delle nostre aziende nei diversi settori tecnologici grazie a una continua innovazione. Le tecnologie attualmente disponibili, relative anche alla digitalizzazione, risultano abilitanti, a livello di piattaforme sempre più integrate e interconnesse, di un reale approccio multidisciplinare, favorendo questa trasformazione dei processi.”

 

Gabriele Baccetti, Direttore Confindustria Toscana: “Abbiamo promosso e partecipato con piacere a questo appuntamento perché le opportunità che la meccatronica offre al nostro tessuto produttivo sono da diffondere. Il 17% del pil circa della nostra regione è prodotto dal settore manifatturiero, sono 7 mila le unità produttive meccaniche in toscana e oltre 75 mila gli addetti. Una realtà territoriale che deve guardare alle occasioni di investimento nella meccatronica e nell’industria 4.0 in generale. Le nostre imprese già investono in questo senso, è necessario però fare di più anche a livello di formazione.”

 

Lorna Vatta, Direttore Esecutivo Artes 4.0 - “Advanced Robotics and enabling digital TEchnologies & Systems 4.0”, uno degli 8 Centri di Competenza selezionati dal Ministero dello Sviluppo Economico - ha reso pubblico un bando aperto a tutte le aziende del territorio italiano per la realizzazione di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale sulle tematiche e gli ambiti di Artes 4.0: “I centri di competenza sono aperti a tutti e possono potenzialmente lavorare con aziende ovunque esse siano in Italia. Noi abbiamo una maggiore capillarità avendo 127 soci, la presenza fisica naturale viene sulle regioni del centro Italia ma stiamo lavorando anche con realtà, aziende e organizzando eventi per esempio in Veneto e in Emilia Romagna.”

 

Sono stati presentati in anteprima i risultati emersi dalla Mappatura delle competenze Meccatroniche in Italia. L’indagine, svolta dal Politecnico di Milano e promossa da Messe Frankfurt Italia e ANIE Automazione, ha lo scopo di mappare le competenze e le tecnologie nei principali distretti produttivi e viene svolta annualmente rispetto al territorio che ospita il Forum.

"Con la sesta edizione della Mappatura delle Competenze Meccatroniche si conclude il monitoraggio delle regioni del centro nord.”, ha commentato il Prof. Giambattista Gruosso, Ph.D. Associate Professor DEIB Politecnico di Milano, che ne cura la realizzazione. “L'analisi, approdata in Toscana, rileva una forte consapevolezza dell'uso delle tecnologie meccatroniche in chiave 4.0. Cresce il loro impiego, se pur in un clima di investimenti più contenuti rispetto agli scorsi anni. Nello stesso tempo le aziende intervistate sono concordi nel chiedere al comparto più impegno per facilitare integrazione tecnologica e flessibilità, insieme all'esigenza di formare una classe dirigente e far comprendere ai clienti i vantaggi dell'innovazione nei prodotti e dei processi.”

 

Le sessioni convegnistiche

Durante la giornata i visitatori hanno partecipato alle sessioni convegnistiche relative agli aspetti innovativi in ambito Progettazione, Produzione e Prestazioni.

 

Le aziende fornitrici di tecnologie di automazione si sono avvicendate sul palco delle sale convegno, portando approfondimenti su progetti meccatronici sviluppati ad esempio nella rivisitazione di nuovi concetti di macchine più flessibili, nel dimostrare la potenzialità e versatilità della simulazione e della prototipazione virtuale, delle prestazioni di reti e architetture di comunicazione per l’interconnessione di macchine e impianti, della crescita costante di applicazioni e servizi per la creazione di valore sulla base dei dati resi disponibili su cloud o su piattaforme edge.

Ad avvalorare i vantaggi che si possono realmente ottenere, sono state riportate anche esperienze con clienti su progetti innovativi.

 

Sono state premiate le migliori memorie rispetto a ciascuna categoria:

  • per la sessione Progettazione “SPE: Single Pair Ethernet, la nuova innovazione per Industrial Ethernet” di Harting,
  • per la sessione Produzione “Internet dei sensori: la tecnologia IO-Link come tramite per incrementare l’intelligenza degli impianti e la loro connessione al cloud” di Pepperl+Fuchs
  • per la sessione Prestazioni quella di Analog Devices dal titolo “Condition Based Monitoring requires New Sensing Technologies”.

L’edizione 2020 del Forum si svolgerà a Bari.

 

www.forumeccatronica.it

Letto 177 volte

Dal 1973 ICP - Rivista dell’Industria Chimica è il mensile di riferimento dell’industria chimica e farmaceutica e dell’ingegneria di processo in Italia.

Contatti

Duessegi Editore Srl
Via Eraclito, 10 - 20128 Milano
Tel. 02 89366322
Fax 02 89366330
info@duessegi.com

Top
I cookie ci aiutano a rendere i nostri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Navigando questo sito accetti il loro utilizzo secondo la policy vigente.