Componenti per l’intercettazione, il controllo e la regolazione dei fluidi

I componenti LGM Engineering operano nell’intercettazione, controllo e regolazione dei fluidi e, tra i tanti impieghi possibili, gestiscono l’automazione di attuatori pneumatici o idraulici, skid ed impianti industriali di altro genere.

Da circa venti anni LGM Engineering si occupa di fornire e produrre componenti per l’intercettazione, il controllo e la regolazione di fluidi per l’industria di processo. I prodotti sono adatti a qualsiasi applicazione standard, in qualsiasi impianto industriale, e ad applicazioni specifiche per l’Oil & Gas.

L’azienda è italiana, opera sul territorio italiano e in alcuni Paesi europei come filiale per alcune rappresentate. Da pochi anni, per ampliare la gamma di prodotti e servizi offerti, l’azienda produce componenti specifici e si occupa anche dell’ingegneria e della realizzazione di pannelli di controllo elettropneumatici per l’industria di processo.

 

Un’ampia gamma di componenti per aree pericolose

Per ogni tipologia di componenti LGM Engineering dispone di range completi per dimensione, materiali, tenute, performance e certificazioni, valide sia per aree pericolose (ATEX, IECEx, FM, CSA, UL, NEC, EAC, NEPSI, EEXia, EEXd, EEXme, EEXm, EEXnA, etc.), sia per zona sicura. Nello specifico, per i settori in cui operiamo, mettiamo a disposizione dei nostri clienti soluzioni standard, tecnicamente rodate ed affidabili, e soluzioni customizzate, realizzate su specifica richiesta, per applicazioni particolari.

L’offerta di prodotti si compone di filtri regolatori e ancillaries per il trattamento aria, elettrovalvole, posizionatori, Box Limit switch e raccorderia. La qualità dei prodotti di questo ampio range consente ai nostri clienti di massimizzare il loro ritorno sull’investimento. Il motivo? Una volta installate, la qualità delle nostre soluzioni permette al cliente di sostituire i prodotti solo dopo diversi anni o cicli di utilizzo.

Punto di forza di LGM Engineering è quello di essere un’azienda dinamica, il che le permette di rispondere al mercato fornendo soluzioni innovative con grande flessibilità. In più, anni di esperinza le hanno fatto acquisire le competenze necessarie per risolvere qualsiasi tipo di problematica. In sostanza, LGM Engineering non fornisce un semplice "componente", ma si dedica al cliente a 360° fornendo disegni, supporto tecnico e ogni altro servizio accessorio.

 

Progetti nazionali e internazionali

LGM ha partecipato a diversi progetti nazionali e internazionali in maniera diretta (talvolta siamo stati contattati direttamente dall’end-user) e indiretta (lavorando in totale sinergia con i nostri clienti). Ecco alcune delle nostre forniture più significative degli ultimi due anni:

  • progetto TAP- ovvero il famoso gasdotto in costruzione che dalla frontiera greco-turca che attraverserà Grecia e Albania per approdare in Italia, nella provincia di Lecce, permettendo l'afflusso di gas naturale proveniente dall'area del Mar Caspio (Azerbaijan) in Italia e in Europa. LGM ha fornito Box Limit Switch per valvole manuali e per attuatori elettrici contribuendo in maniera attiva al funzionamento delle stazioni di compression e metering.
  • progetto KOC - La Kuwait Oil Company ha preso la responsabilità di costruire un oleodotto nei pressi di Burgan. Il progetto vede la costruzione di serbatoi di stoccaggio, sistemi di controllo e monitoraggio del passaggio fluidi, installazione delle unità di processo e di sistemi di sicurezza idonei. Anche in questo caso LGM ha fornito centinaia di Box Limit Switch ed elettrovalvole ad hoc.
  • ILVA - l’azienda ha fornito componenti utili per il funzionamento di 3 forni: Solenoidi, filtri regolatori e box limit switch.
  • Progetto ANSALDO Caldaie: AC Boilers ha siglato nel 2017 con EEHC (Egyptian Electricity Holding Company) due contratti per due caldaie supercritiche da 650 MW a gas/olio destinate alla centrale di CEPC di Cairo West e alla centrale di UEEPC di Assiut in Egitto. LGM ha partecipato attivamente al progetto fornendo solenoidi per automazione valvole a sfera in caldaia.
  • progetto SVENDRUP: LGM ha preso anche parte al progetto SVENDRUP che prevede la creazione di 2 FPSO fornendo alcune centinaia di box Limit Switch e trasmettitori di posizione, customizzati su richiesta specifica dell’utilizzatore finale.

 

www.lgmengineering.it

 

 

 

 

 

 

Letto 67 volte

Dal 1973 ICP - Rivista dell’Industria Chimica è il mensile di riferimento dell’industria chimica e farmaceutica e dell’ingegneria di processo in Italia.

Contatti

Duessegi Editore Srl
Via Eraclito, 10 - 20128 Milano
Tel. 02 89366322
Fax 02 89366330
info@duessegi.com

Top
I cookie ci aiutano a rendere i nostri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Navigando questo sito accetti il loro utilizzo secondo la policy vigente.